scatti & backstage

Giusto ieri parlavo di paesi non fotogenici... Beh sicuramente San Pellegrino Terme non è tra questi. La settimana di ferragosto è periodo di feste, in ogni dove e a qualsiasi ora e, in questa limpida serata, i sanpellegrinesi (spero si chiamino così) hanno offerto uno spettacolo pirotecnico un po' fuori dal comune.

In effetti già chiamarlo spettacolo pirotecnico è un errore dato che il nome esatto è "spettacolo piromusicale". Fondamentalmente il concetto è semplice: fondere insieme musica e fuochi d'artificio, aggiungendo anche qualche effetto di luce. Ovviamente la fotografia non può far passare l'aspetto musicale, ma vi assicuro che è stato davvero molto molto piacevole.

Il fatto che questo spettacolo fosse a base di fuochi e musica, almeno dal mio punto di vista, ha sacrificato un po' l'aspetto pirotecnico, dato che invece di sparare una serie di fuochi di dimensioni generose si sono visti molti fuochi piccoli (ovviamente il termine "piccoli" è da adattare al contesto) e in sequenze molto veloci che, purtroppo, pur essendo perfette nell'ambito dell'accoppiamento con la musica, non vanno molto d'accordo con l'intento di scattare fotografie. Questo ha limitato di parecchio il numero di immagini che sono riuscito a realizzare, ma lo spettacolo, ve lo assicuro, meritava davvero.

Per quanto riguarda la realizzazione delle fotografie, invece, la tecnica è quella che ho utilizzato più volte ultimamente, ossia quella della fusione di più scatti per avere un'esposizione per quanto possibile corretta nelle varie zone dell'immagine. Bene, direi che ho detto tutto... Ciao!Per quanto riguarda la location ho faticato a trovarla dato che speravo di trovare un punto di ripresa frontale, o almeno uno dal quale sfruttare al massimo la presenza dell'acqua, ma la conformazione del paese non si offre particolarmente a questo tipo di fotografia (lo so mi lamento sempre...) Allora ho deciso di "alzarmi", in modo da avere uno scatto più contestualizzato. Quando, salendo sul versante della montagna alla destra orografica del fiume Brembo, ho notato un fotografo professionista che conosco appostato su una curva, subito mi è venuto in mente il luogo comune dei camionisti e dei ristoranti. "Si mangia bene nei ristoranti fuori dai quali vedi i camion parcheggiati". Fatti gli adattamenti del caso, ho capito che quello sarebbe stato un buon luogo per fare qualche fotografia. E dopo essere sceso dalla macchina ho capito perché. Il paese viene visto dall'alto ma con una prospettiva che non schiaccia gli edifici, i riflessi dell'acqua sono comunque visibili grazie ad un ansa del fiume e in più c'è anche una piccola porzione di cielo che si riesce a catturare.

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Altri scatti

  • Cinciarella

    Cinciarella nella neve Questa è una fotografia che avevo già tentato in passato, ma che oggi ho ritentato con un po' di esperienza Leggi tutto
  • 2 Novembre

    Farfalla gialla poggiata su un geranio rosso su uno sfondo nero Parlare del tempo, delle stagioni e in generale del clima è sempre pericoloso. Si può volerlo fare con le migliori Leggi tutto
  • Missione Parigi

    La Tour Eiffel vista dalla cupola della basilica del Sacre Coeur Trentasei ore a disposizione, un'intera città da vedere. Per molte città questo potrebbe essere un tempo più che sufficiente per Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41