scatti & backstage

Non conosco gli hobby di Lenny Kravitz, ma per quanto ne so potrebbe essere un fotografo. Già perché quando si ha una macchina fotografica al collo si impara velocemente che 'non è finita fino a quando non è finita'. Se questa frase può sembrare un po' insulsa, in realtà è un bell'insegnamento: le opportunità, nella fotografia (e perché no, nella vita) smettono di arrivare solo quando si smette di cercarle.

Puoi stare in giro parecchio tempo in attesa di una nuvola che si posizioni al punto giusto, del Sole che vada ad illuminare una certa area del paesaggio o della pioggia che crei un arcobaleno, poi quando ormai stai tornando a casa, a pochi metri dalla macchina, finalmente il Sole riesce a forare la spessa coltre di nubi, infiammando la nebbia di fondovalle. E' quanto è accaduto ad Oltre il Colle ieri mentre stavo passeggiando nei dintorni di Zambla Alta.

Questa immagine in termini puramente fotografici non mi convince a pieno: non sono sicuro di aver gestito al meglio la dinamica estrema della scena; un controluce pieno con 'macchie' di nebbia molto luminose immerse in aree in ombra.

Ho provato a controllare la luce con tutto quello che avevo a disposizione: un filtro ND graduato (un po' troppo chiaro, ma era l'unico che avevo a disposizione) ed un HDR a 5 scatti. Il risultato come dicevo non mi convince a pieno, credo i vari "stratagemmi" mi abbiano portato a perdere un po' del realismo e della bellezza della scena, ma in fin dei conti non è nemmeno così male.

Allego qualche altro scatto di questa uscita, non perché siano particolarmente riusciti, ma per ricordarmi di tornare in condizioni diverse.

Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Altri scatti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41